Mercati e Festival

APA a Venezia per parlare delle nuove sfide dell’audiovisivo. Modelli e strategie a confronto tra Europa, USA e Cina.

immagine contenuto APA a Venezia per parlare delle nuove sfide dell’audiovisivo. Modelli e strategie a confronto tra Europa, USA e Cina.

Oggi nell’ambito della 77esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia si è tenuto l’Evento Speciale: “New frontiers for film business: what changes after the lockdown? Confronting models and strategies – a dialogue between Europe – USA – China“.

Il Presidente Giancarlo Leone e il Direttore Generale APA e Presidente APA Service Chiara Sbarigia sono stati invitati ad intervenire.

Roberto Stabile, Head of International Department of ANICA and ITA Audiovisual Desks Coordinator, ha introdotto l’evento. Mentre, il Sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Manlio Di Stefano, ha aperto i lavori.

Keynote e Relatori

Tre i keynotes in programma:

  • Nicola Borrelli, Direttore Generale DGCINEMA e Audiovisivo
  • Francesco Rutelli, Presidente di Anica e Coordinatore del Forum Culturale Italia-Cina
  • Giancarlo Leone, Presidente APA

Sono inoltre intervenuti i seguenti relatori:

  • Marco Chimenz, Co-CEO di Cattleya e delegato italiano per EPC
  • Iole Maria Giannattasio, coordinatrice del Centro Studi della Direzione Generale Cinema del MiBACT
  • Liu Chun, Presidente della China Film Co-Production Corporation
  • Simona Martorelli, Direttrice Relazioni Internazionali e Affari Europei RAI
  • Gina Nieri, Direttore Divisione Affari Istituzionali, Legali e Analisi Strategiche Mediaset
  • Joy Roewe, Senior Vice President, West Coast Production, HBO
  • Chiara Sbarigia, Direttore Generale APA e Presidente di APA Service

Stan McCoy, President and Managing Director of MPA EMEA ha invece moderato gli interventi.

A concludere i lavori, Charles H. Rivkin, Chairman e CEO di MPA e Anna Laura Orrico, Sottosegretario al Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

Le tematiche

In particolare, l’obiettivo dell’evento era confrontarsi sulla consultazione europea in merito al Digital Services Act e alle opportunità di regolamentare il “online wild west”.

Inoltre, si è colta l’occasione per riflettere sulle nuove sfide messe in campo dal recente lockdown e di conseguenza sul supporto alle imprese da parte dei governi.

Dichiarazione

«Il MIA che si terrà a Roma e on line è un fondamentale segnale di ripresa delle attività produttive e del loro rapporto con il mercato internazionale, dal 14 al 18 ottobre» ha dichiarato in questa occasione Giancarlo Leone. «Per fare in modo che la produzione nazionale non risenta più di quanto non è già avvenuto dei problemi derivanti dal Covid-19, è necessario che non si riduca l’investimento nelle produzioni dei principali players distributivi e televisivi così come prosegua il grande sforzo straordinario che il Mibact ha previsto per il nostro settore. In questa direzione rivolgo ancora la richiesta al Governo di riconoscere a RAI l’itero extra gettito che proviene dal canone in bolletta, restituendo di fatto al servizio pubblico oltre 100 milioni l’anno per investimenti nella produzione. In caso contrario affronteremo un grave calo degli investimenti con ripercussioni preoccupanti per l’audiovisivo e per il cinema. Dunque propongo che per il 2021 il Mibact possa ancora contare su risorse straordinarie da assegnare al Tax Credit, con aliquote maggiorate e che RAI copra il gap dovuto ai minori ricavi pubblicitari con l’extra gettito intero da canone da riservare a serie, film, documentari ed animazione».



Partner