immagine di copertina

Soci

Jean Vigo Italia


Elda Ferri
CEO

Via del Colosseo, 2A
00184, Roma

Contatti

Telefono: +39
Email: j.vigo@tiscali.it


Grazie al lavoro costante svolto negli anni, Jean Vigo Italia S.r.l. occupa una posizione di primo piano fra i produttori indipendenti italiani, come testimoniano i tanti progetti realizzati con successo, anche all’estero, e i riconoscimenti ottenuti. Nello stesso tempo, le precise scelte produttive evidenziano una forte identità e coerenza, che si esprimono nella passione con cui i suoi film affrontano temi di rilevanza culturale, sociale e politica. L’origine di Jean Vigo Italia si identifica con la Cooperativa Jean Vigo, costituita nel 1976 per produrre il film Forza Italia!, un affresco satirico e spietato del potere politico del tempo. Il titolo curiosamente riecheggia il nome del partito fondato da Silvio Berlusconi molti anni più tardi, con cui ovviamente il film non ha nulla a che vedere. Dopo questa prima esperienza, la Jean Vigo, successivamente trasformata In Jean Vigo Italia S.r.l., comincia a coltivare il progetto di produrre film di qualità capaci di documentare punti di vista anche controversi, in ciò fedele all’insegnamento di Jean Vigo, il regista francese dal quale ha preso il nome, autore di indimenticabili pellicole sulla libertà quali Zero in condotta, A proposito di Nizza, L’Atalante. Vengono così realizzati: La festa perduta, il primo film italiano sul terrorismo firmato da Piergiuseppe Murgia; Maledetti vi amerò, che segna il debutto alla regia di Marco Tullio Giordana; Le chiavi di casa di Gianni Amelio; I Demoni di San Pietroburgo, ritorno alla regia di Giuliano Montaldo; Last Summer per la regia di Leonardo Guerra Seragnoli; quasi tutti i film di Roberto Faenza, da Sostiene Pereira a Prendimi l’anima, Alla Luce del Sole, sino a I Vicerè, Un Giorno Questo Dolore Ti Sarà Utile, Anita B., liberamente ispirato al romanzo di Edith Bruck “Quanta Stella c’è nel Cielo”., sino al recente La verità sta in cielo, ispirato alle vicende di Emanuela Orlandi, la cittadina vaticana misteriosamente scomparsa nel 1983. Jean Vigo Italia ha appena ultimato, in coproduzione con la Russia, “Il Peccato” per la regia di Andrei Konchalovsky, un film incentrato sulla vita e l’opera di Michelangelo Buonarroti, la materia e la complessità del mondo nel quale ha vissuto, e “5 è il numero perfetto”, trasposizione cinematografica della graphic novel di Igort (Igor Tuveri). Sta inoltre sviluppando, oltre alla serie TV tratta da “Le Case del Malcontento”, il film cinematografico “Resilient”, basato sulla vita di Mario Capecchi, Premio Nobel per la Medicina nel 2007. La storia straordinaria e avventurosa della trasformazione di un ragazzo “selvaggio” in scienziato di fama mondiale.


Attività

Generi

Partner