immagine di copertina

Soci

Cattleya


Giovanni Stabilini
Amministratore Delegato
Vedi biografia

Piazzale Valerio Massimo, 7
00162 Roma

Contatti

Telefono: +39 06 367201
Fax: +39 06 72050
Email: info@cattleya.it
Web: www.cattleya.it


Cattleya è la principale casa di produzione cinematografica indipendente in Italia. In poco più di un decennio di intenso lavoro con registi e talenti locali e con attori di calibro internazionale, la società ha prodotto più di 60 film, inclusi diversi progetti in lingua inglese sviluppati per la distribuzione mondiale. Lavorando con tutte le maggiori reti televisive e piattaforme satellitari italiane, Cattleya è al contempo attiva nella produzione televisiva mentre la sua compagnia di produzione pubblicitaria recentemente avviata già si conta tra le più affermate del mercato nazionale. I film prodotti da Cattleya sono stati distribuiti ovunque nel mondo, hanno ricevuto candidature agli Oscar, rappresentando l’Italia nella corsa al miglior film in lingua straniera svariate volte ed hanno raccolto il plauso delle giurie di Cannes, Toronto, Venezia nonché di decine di altri festival e premi in giro per il mondo. La società può annoverare fra i suoi partner internazionali compagnie, produttori e distributori di primo piano, inclusi Universal Pictures, Warner Bros., Sony Pictures, The Weinstein Company, Miramax, Lionsgate, Pathé e TF1 International ed ha co-prodotto film in diversi Paesi europei e non, fra i quali Regno Unito, Irlanda, Francia, Spagna, Svizzera, Belgio, Romania, Bulgaria, Israele, Algeria e Singapore. Una selezione dei film di maggior calibro prodotti da Cattleya include: ‘Io non ho paura’, diretto da Gabriele Salvatores e distribuito negli USA da Miramax; ‘Non ti muovere’, diretto da Sergio Castellitto e con Penelope Cruz; ‘La bestia nel cuore’ di Cristina Comencini, candidato come miglior Film straniero agli Oscar 2006; ‘Romanzo Criminale’, diretto da Michele Placido ed entrato nella selezione ufficiale del Berlin Film Festival 2006; ‘Mio fratello è figlio unico’, diretto da Daniele Luchetti ed in competizione per la categoria Un Certain Regard del Festival di Cannes del 2007; ‘La Nostra Vita’, di Daniele Luchetti e con Elio Germano, vincitore del premio per Migliore Attore al Festival di Cannes del 2010; ‘Terraferma’, diretto da Emanuele Crialese, selezionato dall’Italia per rappresentare la nazione alla corsa all’Oscar per il miglior film straniero nel 2012 e vincitore nel 2011 del Premio Giuria al Festival di Venezia; ‘Educazione Siberiana’ di Gabriele Salvatores e con John Malkovich, basato sul best seller di Nicolai Lilin; ‘Il Principe Abusivo’, diretto dal comico napoletano Alessandro Siani, secondo film per incasso al botteghino italiano del 2013; ‘Benvenuti al Sud’ diretto da Luca Miniero, un adattamento della commedia francese Bienvenue chez les Ch’tis, uno dei più grandi successi al botteghino italiano di sempre; e ‘Tre metri sopra il cielo’, che ha lanciato il genere “young adult” in Italia ed ha portato a un sequel di grande successo nonché ad una serie di remake spagnoli che sono tra i più grandi successi spagnoli del decennio. Negli ultimi cinque anni, Cattleya ha intensificato la sua produzione per il piccolo schermo, producendo serie di alta qualità. ‘Romanzo criminale – La serie’ (stagioni 1 e 2), diretta da Stefano Sollima e messa in onda da Sky Italia, ha ottenuto un successo senza precedenti nel panorama della produzione televisiva italiana, sia presso la critica sia presso il pubblico internazionale. La co-produzione con Sky Italia e Fandango di Gomorra – La serie (stagione 1 e 2) ha riscosso un successo ancora maggiore eclissando persino il trionfo internazionale di ‘Romanzo Criminale – La serie’. Altro progetto in produzione è ‘Tutto può succedere’, un remake in lingua italiana della serie americana di grande successo ‘Parenthood’. Già a capo delle produzioni e co-produzioni per RAI e Mediaset, Riccardo Tozzi ha fondato Cattleya nel 1997. Nel 1999, si sono aggiunti a lui i partner Giovanni Stabilini, già direttore generale di Mediaset, Marco Chimenz, Vice Presidente di Medusa a capo dell’ufficio di Los Angeles e il capo del Settore Sviluppo (e futura socia) Francesca Longardi, precedentemente presso la Fox Searchlight. L’anno seguente, il colosso dell’editoria DeAgostini Communication ed il fondo di investimento della Intesa San Paolo hanno ognuno acquisito quote della società. Nel 2005, la futura socia Gina Gardini ha lasciato il suo ruolo dirigenziale presso Miramax London per acquisire quello di produttrice in Cattleya. Nel 2009 anche Universal Pictures International ha acquisito una quota di minoranza e le aziende hanno stretto un’alleanza strategica. Nello stesso anno la fondazione think|cattleya ha definitivamente sancito l’entrata della società nel mercato della produzione pubblicitaria. Unica casa di produzione con un approccio industriale alla cinematografia – in controtendenza con lo stile di produzione “boutique” conclamato in Italia – Cattleya ha un fatturato medio annuo di circa € 50 milioni. La società continua a crescere ed offrire ai mercati italiani ed internazionali film e fiction televisive di crescente successo cercando i propri partner creativi ed economici in ogni angolo del globo.


Attività

Partner